La festa

Email: info@santujacu.com

Via Perra 8/a

09070 Nuraxinieddu

Oristano

Cod.Fisc.: 90031640957

 

A tutti i cittadini e amici di

Nuraxinieddu

 

Nella notte, alla fine della festa.

Quando si spengono le luci della ribalta: àturus annus mellus, un augurio ripetuto anche nel luglio 2015 in quel di Nuraxinieddu. O meglio un impegno a proseguire nel cammino della nostra ultracentenaria ricorrenza patronale.

E allora nel riavvolgere la pellicola della mente, scorrono i solenni riti religiosi, con San Giacomo, che prima sfila in processione per le strade del paese, assieme a noi (perché Lui è uno di noi) e poi rientra nella Sua Chiesa: benedice la Santa Messa e ascolta l’omelia e “is coggius”, cantati in suo onore.

Seguono le immagini che riportano alle tradizioni popolari campidanesi, tra le quali quella allegra e scanzonata de “sa circa maggiore”.

E poi nella memoria riappaiono le serate illuminate dai bengala e dipinte dalle magie pirotecniche; con il canto, la musica, is ballus. Sul palco attori, cantanti, musicisti a proporre il meglio del loro repertorio.

Ma la festa del Patrono è innanzitutto una festa popolare e quindi della gente, nella quale tutti si sentono o dovrebbero sentirsi protagonisti: dagli spettatori che seguono da vicino le prestazioni artistiche e magari ballano, ad altri che si attardano in su stazzu, o a coloro che si soffermano da “su turronaiu”, nei chioschi, nelle bancarelle; ma anche quelli che seppur fisicamente non presenti hanno dato il loro sostegno.

Non mancano i fotogrammi dei bambini che, avvolti dai suoni, dalle luci colorate e dai giochi del luna park, lanciano un messaggio di gioia alla vita e alla festa di San Giacomo. E infine i protagonisti che ci sono anche se non si vedono, ossia le persone scomparse, che

affacciati ai balconi di un mondo a noi sconosciuto, guardano compiaciuti una Nuraxinieddu in festa, addobbata e imbandierata, e ci chiedono di continuare anche per loro. Questo Comitato è consapevole che solo con la collaborazione e il contributo dei cittadini di

Nuraxinieddu e dei suoi amici sarà possibile celebrare degnamente, anche in questo 2016, la festa del Patrono e mantenere quindi quell’impegno preso quasi un anno fa: nella notte, alla fine della festa.

Un ringraziamento a Voi tutti per il sostegno e il contributo che vorrete dare e che non ci avete fatto mai mancare. Un cordiale saluto e un caloroso invito a partecipare alla Festa di San Giacomo Apostolo, nel modo e nei momenti a Voi graditi.

 

Il Presidente

Roberto Perra